Condominio: nuove disposizioni per lo scarico in facciata dei fumi caldaia derivanti dall’impianto di riscaldamento autonomo

| 21 Settembre 2014 | 1 Comment

Il nuovo Decreto Legislativo del 4 luglio u.s. n. 102 ha modificato i precedenti DPR 412/93 e la recente Legge 90 del 3 agosto 2013.

Condominio Scarico Facciata Fumi

Pur confermando l’obbligo di scarico a tetto dei prodotti della combustione, ha ampliato il numero di casi in cui, in deroga alla regola generale, è possibile scaricare a parete.

Contemporaneamente sono state anche riviste in maniera meno restrittiva le caratteristiche dei generatori che possono essere utilizzati in tali situazioni.

Di seguito uno schema riassuntivo delle casistiche che si possono presentare ed in cui si può derogare all’obbligo di scarico a tetto.

SCARICO a PARETE DLgs.102/2014 - Condominio Scarico Facciata Fumi

SCARICO a PARETE DLgs.102/2014

Tags:

Category: condominio, Featured

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. COZZI PIERO ha detto:

    caldaie a condensazione:non vedo norme che in caso di riqualificazione delle canne fumarie obblighino tutti, compresi gli ultimi piani, a scaricare oltre il colmo del tetto. Nel mio condominio i furbetti dell’ultimo piano dicono che non è obbligatorio pur essendoci la possibilità di collegarsi alla canna fumaria e si autoescludono dalle spese di riqualificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to friend