Detrazione ristrutturazione 50%: ecco quando è obbligatoria la comunicazione all’Asl

| 24 novembre 2014 | 0 Comments

Obbligo Comunicazione AslParlando della detrazione del 50% per i lavori di rIstrutturazione, non si può fare a meno di approfondire un tema poco chiaro, relativo alla comunicazione o notifica preliminare ASL che deve essere inviata o consegnata all’Azienda Sanitaria Locale prima dell’inizio degli interventi.

Ebbene la comunicazione all’Asl non è sempre obbligatoria, ma ci sono dei casi in cui lo è. In particolare si prende a riferimento il decreto legislativo 81/2008 (il c.d. Testo Unico sulla Sicurezza) il quale sancisce che:

la comunicazione Asl per la detrazione è obbligatoria quando si verifica almeno una delle seguenti condizioni:

  1. nel cantiere si trovano a lavorare più imprese anche non contemporaneamente,
  2. nei cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di comunicazione preliminare, ricadono nelle categorie di cui al numero 1 per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera.
  3. nei cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini-giorno.

Il contenuto della notifica Asl

Quando la notifica Asl è obbligatoria, questa deve contenere i dati riguardanti il cantiere e i suoi responsabili. Nello specifico, i contenuti della notifica Asl riguardano:

  • la data della comunicazione,
  • l’indirizzo del cantiere,
  • il nome del committente (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),
  • la natura dell’opera,
  • il nome del responsabile dei lavori (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),
  • il nome del coordinatore per quanto riguarda la sicurezza e la salute durante la progettazione dell’opera (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),
  • il nome del coordinatore per quanto riguarda la sicurezza e la salute durante la realizzazione dell’opera (nome, cognome, codice fiscale e indirizzo),
  • la data presunta d’inizio dei lavori in cantiere,
  • la durata presunta dei lavori in cantiere,
  • il numero massimo presunto dei lavoratori sul cantiere,
  • il numero previsto di imprese e di lavoratori autonomi sul cantiere,
  • l’identificazione, codice fiscale o partita IVA, delle imprese,
  • l’ammontare complessivo presunto dei lavori di ristrutturazione edilizia.

Normalmente sui siti internet delle ASL sono presenti dei moduli in PDF prestampati da utilizzare. In alternativa molte Aziende sanitarie ammettono anche l’invio di moduli in carta libera, purché riportino tutte le voci indicate dall’allegato XII del d.lgs. 81/2008.

Ogni qual volta un elemento della notifica preliminare sia oggetto di cambiamento o aggiornamento, comprese le indicazioni delle imprese incaricate dei lavori successivamente a quelle già selezionate, deve essere inviato l’aggiornamento all’Azienda USL e alla DPL territorialmente competenti.

Detrazione 50%: come inviare la notifica Asl

Da ultimo si precisa che la notifica Asl avviene a cura del committente (pubblico o privato) o dal responsabile dei lavori individuato dal committente stesso. Le modalità sono: consegna diretta presso l’Asl di competenza, oppure inviata per posta (con raccomandata A.R.) o a mezzo fax (ogni ASL ha modalità diverse, per cui si consiglia di informarsi presso la propria ASL territorialmente competente per sincerarsi delle modalità corrette di invio).

La notifica preliminare può essere inviata in qualunque momento purché in data antecedente l’inizio dei lavori.

Deve essere affissa in maniera visibile presso il cantiere e custodita a disposizione dell’organo di vigilanza territorialmente competente. In assenza di notifica preliminare è sospesa l’efficacia del titolo abilitativo.

Tags: , ,

Category: agevolazioni - contributi - detrazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Menu

Send this to friend