Sanatoria Equitalia – prorogata al 31 marzo! Multe e tasse senza interessi di mora

| 20 febbraio 2014 | 7 Comments

Sanatoria EquitaliaAGGIORNAMENTO

E’ stata ripristinata, nell’ambito dell’approvazione del decreto Enti locali, la proroga dal 28 febbraio al 31 marzo 2014 per la cosiddetta rottamazione delle cartelle esattoriali; ciò significa che, entro tale data, sarà possibile mettersi in regola con il Fisco senza interessi di mora e interessi di ritardata iscrizione a ruolo.

Anche se passata un po’ troppo in silenzio, una delle disposizioni della Legge di Stabilità 2014 aveva previsto la possibilità di pagare le cartelle e gli avvisi esecutivi senza gli interessi di mora e gli interessi per ritardata iscrizione a ruolo.

La definizione agevolata è prevista per le somme affidate a Equitalia in riscossione fino al 31 ottobre 2013.

Per aderire il contribuente non riceverà alcuna comunicazione. Dovrà quindi attivarsi per verificare la propria situazione e individuare i tributi che rientrano nella definizione agevolata. Agli sportelli di Equitalia è possibile chiedere il dettaglio del proprio debito (estratto di ruolo) e ricevere tutti i chiarimenti e le informazioni utili.

Come funziona la definizione agevolata:

È possibile usufruire delle agevolazioni per cartelle e avvisi esecutivi i cui tributi riguardano i seguenti Enti:

  • Agenzie fiscali (Agenzia delle Entrate, del Demanio, del Territorio, delle Dogane e dei Monopoli);
  • Uffici statali (Ministeri, Prefetture, Commissioni Tributarie ecc.);
  • Enti locali (Regioni, Province e Comuni).

Non è possibile usufruire delle agevolazioni per:

  • somme dovute per sentenze di condanna della Corte dei Conti;
  • somme dovute agli enti previdenziali (Inps, Inail);
  • tributi locali non riscossi da Equitalia;
  • richieste di pagamento di enti diversi da Agenzie fiscali, Uffici statali, Enti locali

Cosa non si paga:

  • gli interessi di mora, che maturano dalla data di notifica della cartella in caso di mancato pagamento delle somme entro i 60 giorni previsti;
  • il tributo relativo agli interessi per ritardata iscrizione a ruolo, riportato nell’estratto di ruolo e indicato nelle cartelle/avvisi emessi per conto dell’Agenzia delle entrate.

Cosa si può pagare:

  • il restante importo del debito (al netto degli interessi non dovuti);
  • l’aggio;
  • le spese di riscossione e quelle per eventuali procedure attivate.

Scadenza

Il pagamento dell’importo dovuto deve essere effettuato, in un’unica soluzione, entro il 31 marzo 2014. I contribuenti che pagano entro i termini previsti riceveranno, mediante posta ordinaria entro il 30 giugno 2014, una comunicazione di avvenuta estinzione del debito.

Dove e come pagare:

  • in tutti gli sportelli di Equitalia;
  • negli uffici postali tramite bollettino F35, indicando nel campo “Eseguito da”, dopo i riferimenti anagrafici, la dicitura: “Definizione Ruoli – L.S. 2014”. Per la corretta ricezione del pagamento, si consiglia di utilizzare un differente bollettino F35, completo di codice fiscale, per ciascuna delle cartelle/avvisi che si vuole pagare in forma agevolata.

La definizione agevolata è applicabile anche in presenza di rateazioni, sospensioni giudiziali o situazioni debitorie complesse per le quali gli sportelli forniranno la massima assistenza.

Tags: , , , , , ,

Category: agevolazioni - contributi - detrazioni, leggi e normative

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. simone ha detto:

    Salve ho pagato bolli auto e una cartella di equiitalia il 27 febbraio, ma nn sapevo della sanatoria, è possibile recuperare i soldi?

    • Giorgio Ghielmetti ha detto:

      Buongiorno, purtroppo no i termini sono scaduti. La cosa che mi ha sconcertato è stata quella di notare che gli operatori agli sportelli non fornivano in alcun modo questo tipo di informazione.

    • Giorgio Ghielmetti ha detto:

      Ritengo che questa domanda possa essere a buon diritto rivolta agli sportelli Equitalia della vostra zona.
      Presso gli uffici della nostra zona, se la richiesta del “bonus” non veniva esplecitamente rivolta al momento della richiesta del totale da versare per la cartessa esattoriale, l’importo comunicato includeva le sanzioni e gli interessi.

    • Thiago ha detto:

      La cosa che mi impressione e8 che se ne parla poco, pshicsoimo quasi ce lo nascondono.Mentre per un servizio sulle postazioni della guardia di finanza davanti ai negozi di Cortina ci vanno 5 minuti di servizio televisivo, per il disgraziato che si e8 dato fuoco davanti agli uffici di ecoitalia si sono sprecati con un’intervista al soccorritore ……

  2. simone ha detto:

    Quindi nn posso nemmeno fare un ricorso per richiedere la restituzione ? Nn mi posso nemmeno rivolgere all associazione dei consumatori?

    • Eynar ha detto:

      si… si… la prossima inniusroce sare0 col “pistolino” armato.ma a chi mettono paura qualche decina di persone?!que0 dobbiamo organizzare una vera e propria rivoluzione civile con milioni di persone, altro che un manipolo di attivisti!

  3. Gustavo ha detto:

    E’ facile slicgaare saette dall’alto dell’Olimpo dove lo smog delle citte0 in basso, che cercano di lavorare per sbarcare il lunario senza alcun aiuto o sensibilite0 da parte di chi scaglia le saette, preclude la visione di quanto sta succedendo e di tutti coloro che, ormai distrutti dalle vessazioni del fisco, della burocrazia, e dalla inettitudine di chi pretende di governare, decidono di passare a miglior vita.Vergogna! Vergogna!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Menu

Send this to friend